My Own Workout: 39° Giro del Centro Storico di Arquata Scrivia - commento e galleria fotografica

giovedì 13 luglio 2017

39° Giro del Centro Storico di Arquata Scrivia - commento e galleria fotografica

Ciao a tutti amici sportivi!

Diversamente da quanto accadde l'anno scorso, l'edizione 2017 di questa gara che da il titolo al post è stata fortunatamente risparmiata dalla violenta tempesta, o come ricorderete, vera e propria "bomba d'acqua" che si riversò con violenza sulla 38^ edizione del giro, ritardandone anche di parecchio la partenza.
Caldo ieri, come sempre eccessivo e umido partendo da Alessandria, piacevolmente mitigato dall'altura di Arquata e dalla vicinanza con l'appennino, al confine coi territori liguri :D 
Grandissima affluenza di atleti da diverse province, oltre agli alessandrini, moltissimi liguri con menzione speciale alla società Dragonero, addirittura dalla provincia di Cuneo. Da aggiungere che molti atleti presenti sulla starting line hanno contribuito a dare alla gara un certo peso qualitativo; Non esagero nel dire che fossero presenti quasi tutti i migliori interpreti delle nostre corse su strada; aggiungerei che soltanto Corrado Pronzati mancasse a completare l'"Olimpo"; tra i nomi che mi vengono automaticamente: Picollo, Zulian, Di Pietro, Astorino, Seppi, Stefani, Marchisa, Catalano, Ponta solo per citare la nostra provincia.

In pieno centro di Arquata, il tracciato si snocciola su due giri da 2,8 km ciascuno da correre a cannone, con l'unico vero "problemino" dato da una rampetta di salita da non più di 60m piazzata circa a metà giro, molto prolifica nel far innalzare i livelli di lattato nell'organismo degli atleti! Soprattutto al secondo passaggio! XD XD
Una gara dove non bisogna star lì a pensare troppo sul da farsi: giù a ritmo svelto/controllato al primo giro e gas a martello al secondo passaggio, possibilmente dopo aver superato la rampetta di cui parlavo poco fa; l'intensità è molto alta e il divertimento assicurato.
Rimanendo in tema "alte intensità" e volendo fare un paragone tra due serali dell'ultimo periodo, trovo che la Stra Pozzolo rimanga ancora il top tra velocità e divertimento, con continui cambi di direzione; sebbene meno partecipata di Arquata, offre un percorso che personalmente preferisco.

Tra oltre 230 partecipanti, molti dei quali delle "spaventose locomotive" :D, termino la mia prova in 29^ posizione assoluta col tempo di 20':30", molto soddisfatto in quanto negli ultimi mesi, per gestire un problema tendineo ai piedi, in fase di allenamento non mi sto più dedicando alla corsa libera ma al Nordic Running, che quindi si rivela altamente efficace e di cui ho da poco fondato il primo sito italiano ufficiale a questo link: http://nordicrunningitaly.blogspot.it che vi invito a visitare!

Su Atletica Novese e BioCorrendo troverete tutto il resto delle informazioni utili a completare il reportage di gara. Mentre qua sotto, vi saluto con la mia galleria fotografica!

A presto!











































































Nessun commento: